Aprto è una giornata di aperture condivise promossa da spazi indipendenti attivi nella produzione e nella promozione dell’arte contemporanea a Prato. La seconda edizione, in programma domenica 3 marzo dalle 11 alle 21, coinvolge otto realtà e altrettanti luoghi in città (SC17, Lottozero, ChorAsis, Estuario Project Space, Dryphoto, Spazio Materia, Open Studio Italo Bolano, Moo). Il progetto è coordinato da Chiara Bettazzi (SC17), Alessandra Tempesti (Lottozero) e Gabriele Tosi (Toast APS) in collaborazione con il Comune di Prato.

 

 

Anagramma del nome di Prato, Aprto nasce in un contesto urbano caratterizzato da una forte vocazione al contemporaneo, con l’idea di raccogliere e dare visibilità alla ricchezza e alla diversità di proposte e attori che contribuiscono alla vitalità della scena artistica indipendente locale. Nell’unire approcci diversi, legando percorsi autonomi e sottolineando in particolare il valore delle istanze sperimentali, il progetto punta a contribuire alla creazione e al rafforzamento di esperienze di rete sul territorio.

 

Franco Menicagli / Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale / ChorAsis / Villa Rospigliosi

 

Stefano Calligaro / Poetrick No.104 / materializzazione di Serena Becagli / Dryphoto arte contemporanea

 

Hannes Egger / Second Skin / a cura di Alessandra Tempesti / Lottozero

 

 

Traslazioni / Simposio / Estuario Project Space / Officina Giovani

 

Marco Mazzoni / What are you looking for? / Moo

 

Giovanni De Gara / Mio cv sintetico e non troppo bello / Spazio Materia

   

 

TAI Club / Archivio Tuscan Art Industry + live by plurale / a cura di Gabriele Tosi / SC17 / Corte di Via Genova 17 (SC17 + Capanno Black Out)